28 ottobre 2015

La stagione felice del «Cartoccino dei Piccoli»


[Articolo pubblicato sul sito Guida al Fumetto Italiano, prosecuzione digitale del progetto che aveva dato vita all’omonima opera cartacea di Gianni Bono (Milano, Epierre, 1994 e 2002-2003).]

Tra le numerose pubblicazioni periodiche di epoca fascista destinate all’infanzia, un caso particolarmente degno di interesse è costituito dal Cartoccino dei Piccoli, pubblicato dalla fine del 1929 con periodicità quindicinale e dal 1931 al 1936 con cadenza settimanale, per un totale di numeri distribuiti su otto annate che supera le trecento unità.


L’articolo completo è disponibile sul sito Guida al Fumetto Italiano. A seguire un piccolo assaggio delle immagini che lo corredano.

La copertina del primo numero del Cartoccino dei Piccoli,
uscito nel dicembre del 1929. Il disegno è di Ugo Galetti (1898-1969),
pittore che per diversi anni collaborò con l’editore Cartoccino.

Una storia a vignette di Antonio Rubino, collaboratore attivo
nei primi anni di vita della rivista. (Il Cartoccino dei Piccoli, II, 12, 1930)

Un’avventura di Zibillino, personaggio disegnato da Carlo Cossio
e protagonista di una lunga serie. (Il Cartoccino dei Piccoli, IV, 107, 1932)

“Totò e l’orco”, una storia a vignette autoconclusiva
di G. Mainardi. (Il Cartoccino dei Piccoli, IV, 97, 1932)